Per migliorare la tua esperienza qui consigliamo di aggiornare il tuo browser.
 
diventa volontario

Diventare volontario di un’Associazione FIAGOP

Le associazioni federate alla FIAGOP hanno obbiettivi comuni ma non per questo sono esattamente uguali le une alle altre. Ciascuna ha la sua specificità, legata alle ragioni della sua nascita, agli obbiettivi principali, al contesto in cui opera. Una cosa che le accomuna tutte è la figura del volontario, una persona senza la quale tutte le attività che le associazioni mettono in campo non potrebbero essere attuate. Se è vero che le risorse economiche sono indispensabili, i volontari sono la vera ricchezza di un’associazione, quelli che ne costituiscono l’anima, il cuore, il motore.

Volontario? Volentieri!

Che cosa significa essere volontario di una della Associazioni che fanno parte di FIAGOP? In poche parole: organizzazione, consapevolezza, disponibilità, creatività, serietà e cuore. I bambini e ragazzi malati di tumore hanno bisogno di attenzione e di compagnia, di distrazione e di tanta comprensione. E così le loro famiglie. La presenza del volontario dev'essere costante ma discreta, mai invadente e curiosa ma sollecita e propositiva per offrire ascolto, distrazione e condivisione. Inoltre, il contesto in cui il volontario opera è particolarmente delicato, a stretto contatto con la malattia, la sofferenza, in qualche caso la morte. Per questo motivo, l’immissione in servizio dei volontari è subordinata, oltre che ad un colloquio motivazionale, alla frequentazione di un corso di preparazione, volto a fornire alcune nozioni di carattere generale sull’ambiente che si troveranno a frequentare, le patologie, le loro implicazioni, le norme igieniche e, in particolare, educarli alla relazione coi bambini e le famiglie. È generalmente prevista una formazione continua, fondamentale per condividere esperienze e acquisire competenze e strumenti per concorrere consapevolmente ai progetti dell’associazione, basata su incontri periodici. Le associazioni organizzano periodicamente corsi di formazione per nuovi volontari.

Leggi di più

Essere volontario

Il volontario in reparto è una presenza attenta e discreta, capace di individuare i bisogni e di supportare le famiglie in ogni situazione, senza mai essere invadente; sarà attento alle necessità del bambino ricoverato e a quelle della famiglia proponendo momenti di distrazione e allentamento della tensione.
Il volontario permette al genitore di allontanarsi per brevi ma necessarie pause durante le quali ritrovare le proprie energie e un momento tutto per sé. Ciò può favorire il miglioramento del rapporto bambino-genitore.
Inoltre, il genitore può trovare nel volontario una persona pronta ad offrire supporto e ascolto e con cui sfogarsi liberamente.

Il volontario in casa di accoglienza cerca di aiutare la famiglia a ritrovare le consuetudini della loro quotidianità, perse dall'allontanamento dal contesto abituale a causa dei continui ricoveri necessari per le cure e si adopera per proporre attività e laboratori che possano essere di interesse per i bambini e i ragazzi in sala giochi, dove vengono svolte attività ludiche di vario genere o nel giardino della Casa, se presente. Nel contesto della casa di accoglienza, spesso il volontario contribuisce ad organizzare iniziative diverse, come attività ricreative (laboratori di découpage, di pittura, cucina…), gite (parchi gioco, luoghi del cuore…), esperienze (a cavallo, in elicottero, in nave…), feste di compleanno (Natale, Epifania…).

A tutto questo si affiancano attività non meno importanti – ognuna adatta alla personalità e alle competenze del singolo volontario, che può essere coinvolto, per esempio:

  • per accogliere e intrattenere i pazienti e i loro familiari in day hospital
  • per realizzare bomboniere o oggetti regalo utili a raccogliere fondi a sostegno dell’associazione
  • per partecipare a campagne istituzionali di fund raising
  • per collaborare alle attività di comunicazione (newsletter, canali social, eventi)
  • per aiutare nella gestione dell’associazione
  • per guidare il pulmino dell’associazione e accompagnare a visite mediche, o a fare la spesa, o alla stazione come all’aeroporto
  • per fare piccole riparazioni o servizi nella casa di accoglienza
  • per contribuire con proprie idee al costante miglioramento delle attività dell’associazione

Se ti sembra di poter essere utile, se hai qualche ora settimanale di tempo da mettere a disposizione, se ti sembra che in quel che hai letto si trovi qualcosa di adatto alla tua personalità, se non hai timore di metterti alla prova, allora non ti resta che rivolgerti all’associazione più vicina e proporti come volontario.

Le Associazioni

DONA IL 5X1000

NEWS ASSOCIAZIONI
news associazioni
ADERIRE A FIAGOP
aderire a fiagop

Digitalvis 2020

Back To Top